4.5.09

10 cose che ho imparato dal mio ultimo trekking in Corsica
1) se il meteo francese prevede pioggia, pioverà
2) se il meteo francese prevede pioggia e tu ti porti la crema solare, sei un illuso
3) se quando torna il sole poi comunque la crema solare non la usi e ti scotti, sei un pirla
4) il paracetamolo può aiutare ad eliminare i sintomi influenzali, ma il grosso del lavoro lo fa la grappa corsa
5) chiedi ad un corso di parlarti della grappa da lui prodotta e lui ti farà assaggiare tutte le qualità presenti sotto al suo bancone e poi ti manderà a casa senza farti pagare
6) quando in un piatto corso sono presenti delle verdure e fra di esse dei dischetti marroncini non sono carote bruciacchiate, ma fette di figatellu
7) quando cammini per 8 ore al giorno per tre giorni di fila i tuoi numi tutelari diventano San Birkenstock e San Crocs
8) camminando per ore si toccano diversi stadi di disperazione, dapprima si giura che le prossime vacanze saranno trascorse in emulazione di Homer Simpson sdraiati sul divano con la birra duff in mano e la panza all'aria fuori dai pantaloni, in seguito si invocano i numi tutelari di cui al punto precedente, alla fine si spera che un orso polare sfuggito dai recinti della dharma initiative si materializzi sul sentiero e ti sbrani ponendo così fine alle tue sofferenze
9) di solito l'estasi mistica non viene raggiunta a seguito della sofferenza, ma all'arrivo alla gite con una bottiglia di birra pietra in mano
10) per dimagrire facendo trekking la condizione necessaria è che non ci siano sorgenti di cibo nei paraggi e che tu non abbia portato cibi calorici nello zaino, altrimenti è tutta una illusione

4 commenti:

viridian ha detto...

Trekking. Il mio rispetto per il solo fatto di concepire trekking e vacanza nella stessa frase.

Ginevra ha detto...

in effetti ho riflettuto parecchio su questa associazione... però diciamocelo di sicuro passare 9 ore sui sentieri dà molta più soddisfazione che passare 9 ore in ufficio quindi è vacanza! :-)

Babuska ha detto...

Io amo andare in bici. Si sta seduti! E poi quando hai fatto il callo lì dove non batte il sole è sempre un bell'andare...

Ginevra ha detto...

Ciao Babuska, prima o poi sperimenterò anche questo metodo di spostamento anche se non sono sicura che sulle salite della Corsica andare in bici sia molto più riposante che usare i piedini :-)