31.3.04

Alla Carrefour hanno i cd dei queens of the stone age e delle desert session, oltre ad avere quello di michele zarrillo.
E' arrivata la primavera.
Il mio geranio ha resistito all'inverno. Adesso e' di nuovo in fiore.
Sono soddisfazioni.
Vampires
Stamattina esami del sangue, per un controllo di routine oltre a 5 provette di sangue mi hanno prelevato 51 euro.
Alla faccia !
Quattro anni nel mondo dell'IT almeno una cosa me l'hanno insegnata: non fidarsi e' meglio.
Riassunto: il mio commerciale (A) dopo 18 mesi finalmente si e' deciso ad onorare le promessa con cui ero stata assunta;
non essendo in grado di farlo nell'immediato, ma rendendosi conto che la sua posizione era al limite dell'insostenibile ha tentato di delegare ad un collega (B) il quale mi dovra' incontrare per illustrarmi le meraviglie di un lavoro presso il cliente di cui si occupa;
Qui il mio unico neurone sopravvissuto alla noia ha un sussulto e convoglia un impulso che dal mio braccio destro si irradia fino alle dita le quali si stringono al cellulare, armeggiano con la rubrica ed estraggono numero di telefono di un collega (C) che lavora nel posto incriminato.
(C) abita due piani sopra di me, in un appartamento altrettanto sfigato e con altrettante persone che si contendono il frigo, insomma uno della nutrita schiera delle ultime ruote del carro come me, le sue parole sono:
"Ma sei sicura di voler lasciare il tuo commerciale? Dicono che (A) e' cosi' bravo. Dicono che da gli aumenti (??au...cheee???) che tiene in considerazione le richieste delle persone(con un delay di 18 mesi, ma alla fine arriva). Qui sai dipende un po' dove capiti...."
Debitamente sfiduciata e giustamente guardinga stasera mi rechero' all'incontro.

29.3.04

e alle volte faccio brutti sogni
Ecco stamattina sono vestita piu' o meno cosi':
Ingiustizie
E' tornato il collega "Giamaicano" (abbronzato da fare schifo) ed hanno fregato il pc al collega leccese.
Il mio pc era ancora al suo posto e a Pasqua sara' una lotta avere anche un solo giorno di ferie.
Ieri il Lecce ha pareggiato al 94 esimo.
Ho finito di leggere Girls, gli ho dato la botta finale in treno sabato mattina.
Sono un po' perplessa. Momentaneamente sospendo il giudizio.
Quest'anno mi e' presa la mania del fucsia, lilla e rosa. O meglio nel mio guardaroba incline al nero sono comparsi alcuni capi di questi colori. iI tutto unito al mio amore per le sciarpette sbrilluccicanti e alla giacchetta di velluto fa si' che ultimamente la mattina guardandomi allo specchio mi sembra di essere vestita come il cantante degli suede ...
cosa che peraltro non ha trovato riscontri nelle photogallery dei siti dedicati al gruppo, che sono tutte in bianco e nero.

26.3.04

Ieri ho fatto un salto in libreria, sebbene avessi chiaro in mente il mio obiettivo, comprare un determinato libro per una determinata persona, sebbene non volessi perdere troppo tempo, sono caduta lo stesso vittima dell'acquisto compulsivo di carta stampata.
Un po' e' colpa di pulsatilla che mi aveva incuriosito parlando di uno dei libri in un suo post, un po' e' colpa del mio stato d'animo .... sicuramente uno psicologo avrebbe una teoria adatta per spiegare come mai i due libri che ho comprato siano proprio "Pezzo a pezzo" di Lydia Davis e "Girls" di Nic Helman.
Ieri come ogni giovedi' sono rincasta alle 23 che non avevo ancora cenato.
mi sono trasferita in camera a consumare la mia cena a base di formaggino e crostini svedesi davanti alla tv .
Schivato porta a porta sono atterrata su MTV con gli Afterhours che presentavano brand new.
Ho constatato che anche Manuel Agnelli era abbastanza in acido con la reunion dei Pixies, tanto che nell'angolo recensioni ha fatto l'apologia di Doolittle uno dei miei cd preferiti in assoluto. Ho scoperto anche che oltre a suonare al coachella festival e a berlino (cosa appresa da delio) i Pixies suoneranno il 19 giugno a bologna.
Allora, prima che finiscano i biglietti, a quale concerto andiamo???

25.3.04

e' che alle volte ho paura
Toh! Guarda che ho scoperto poi aggirandomi alla ricerca di risposte su Courtney Love.
Courtney Love - Mono

Hey yeah we had everything
Vinyl in mono
And we looked the other way man
We were so dumb
Is this the part in the book that you wrote
Where I gotta come and save the day
Did you miss me
Did you miss me
Well they say that rock is dead
And they're probably right
99 girls in the pit
Did it have to come to this

Oh god you owe me one more song
So i can prove to you that
I'm so much better than him
Oh god just gonna listen fast
Here comes the crash
We're gonna rise above
We're gotta smash it up
You won't abandon us again

Give us brilliant boys that we wanna fuck man
Full of ecstasy, hard drugs and bad luck
Yeah yeah yeah
Turn the lights back on
You burn so hard
But you won't burn long

Three chords in your pocket tonight
Are you, you the one
With the spark to bring my punk rock back
And i dont think so

Oh god i wanna hear you say
I wanna hear you say that you're sorry again
Oh god you owe me one more song
So I could prove to you
That I'm so much better than them
Oh god I'd give you anything
To hear you say that I was right
And you were wrong
Oh god before i leave this life
Now enable us to love
A hook is never gonna come
Just give it back to me
Blow out all of the lights tonight

Two million miles down the PCH
(and now he's gone)
I slashed his tires, i bled his brakes
(it had to be done)
Their hand job lives were just too cruel
You merciless villlan
We drowned them all in their swimming pools
Run away run away run away yeah

Oh god i wanna hear you say
I wanna hear you say that you were wrong again
Oh god i wanna hear you say i wanna hear you say
That i am so much better than you
Oh god you owe us one more song
Get out my life, see this world as it really is
Is it just a sad side show
Can make a hooker cum
And enable us to love
I need one thing that's divine
Let me hear it tonight
Let me hear it tonight
I've got to hear it tonight
You're gonna let me hear the lost cord tonight, yeah
Dubbi amletici
La canzone, mono, mi piace anche. Nulla di nuovo sotto il sole, ma e' il tipo di canzone con cui sono cresciuta e mi fa sentire a casa.
Ma perche' Courtney Love si aggira per buona meta' video (ne ho visto solo mezzo) con un simil abito da sposa, buttando a terra barattoli del supermercato, facendosi inseguire da una banda di poliziotti che manco quelli di Benny Hill sono cosi' rincoglioniti e facendosi scortare da una banda di bimbe bionde replicanti vestite da damigelle altrettanto avviate al teppismo?
C'e' qualcosa che mi sfugge o il video e' proprio una cagata?
Ziguli'
L'altro giorno all'esselunga ho trovato gli ziguli' al limone. Che fossero al limone non e' la cosa fondamentale e' il fatto che ci fossero gli ziguli' al supermercato che mi ha fatto sentire vecchia.
Un tempo gli ziguli' li vendevano solo in farmacia e la mamma li comprava solo in occasioni eccezionali, tipo se quel giorno che l'accompagnavi in farmacia per comprare l'aspirina per il babbo che si era beccato il raffreddore avevi preso almeno un buono piu' piu' per i pensierini. Insomma ci doveva essere una discreta congiuntura astrale unita a comprovati meriti letterari per entrare in possesso delle palline zuccherose in blister (come si dira' in italiano blister? bah).
Adesso qualunque moccioso con le stringhe slacciate puo' infilare di soppiatto nel carrello straripante del genitore isterico un pacchetto di ziguli' alla prima occasione. Che poi chissa' se ai mocciosi con le stringhe slacciate piacciono gli ziguli'... A me onestamente pare non abbiano piu' lo stesso sapore di un tempo, ma del resto a buttarli nel carrello non e' piu' la stessa cosa...

22.3.04

si avvicina a grandi passi l'incubo del 730.
devo essere sicura di non fare errori : stavolta si parla di avere dei soldi indietro e di non doverne anticipare senza motivo apparente per l'anno venturo.
mi premuniro' di candela onde svelare la presenza di caselle stampate con l'inchiostro simpatico.
Frattanto comincio a ripetere il mantra: Ce la posso fare... ce la posso fare... ce la posso fare...
Se la mia ditta si degnasse nel frattempo di darmi il CUD sarei piu' contenta.

17.3.04

e poi oggi alle mie rimostranze scherzose mi hanno dato pure della tarantolata... va boh!
un giorno o l'altro mi faccio prestare il pitbull dal vicino e lo chiudo in casa coi miei coinquilini.
I coinquilini ieri sera hanno pensato bene di strapparmi dal dolce torpore del pre sonno improvvisando una conferenza nell'ingresso/tinello che e' la stanza su cui tutte le altre stanze, la mia compresa, si affacciano. Oltre ad accendere la luce sono riusciti anche a permutare l'ordine di tutte le sedie presenti e a parlare a voce altissima... della segretaria della nostra ditta!!!
Almeno potevano disturbarmi per un pigiama party con alcoolici e sostanze proibite... ma cazzo per spettegolare della segretaria!!!
Poi nel cuore della notte e' stata la volta del pitbull del vicino, che si e' messo come al solito a tirare zampate contro la porta (sempre del vicino) perche' voleva uscire, peccato che le sue zampone riescano a produrre onde sismiche con effetti pari a un terzo grado della scala Mercalli.

Il pitbull lo perdono perche' il suo padrone e' uno stronzone che lo lascia sempre solo in casa. I coinquilini li perdono un po' meno.

Pare che comunque io sia stata almeno parzialmente vendicata da un muezzin che si e' messo a recitare versetti coranici sulle scale del nostro palazzo verso le cinque del mattino.
Io fortunatamente non l'ho sentito, ma l'uomo di casa e' stato turbato nei suoi sonni.

15.3.04

Non sprecare lacrime nuove per vecchi dolori.
Euripide

5.3.04

caspita... che periodo di annullamento cerebrale! ho tentato di aggiornare il template....
nuovi film nessuno, nuovi dischi nessuno, un libro in perenne lettura....
per cominciare a risalire la china faro' un giretto da buscemi.

3.3.04

Le sciure milanesi mi fanno paura, anche quando hanno ragione.
Oggi ennesimo round Gine vs Burocrazia: giro alla ASL per la scelta del medico.
Arrivo per le 9.00, il tabellino luminoso indica la posizione numero 94, il mio bigliettino indica la 42 della serie successiva.
Medito di rinunciare, ma sono li' e decido che se non prendo il medico oggi non lo prendero' mai piu' quindi mi accingo ad aspettare.
La gente arriva in un flusso ininterrotto, molti sembrano alieni alla logica della coda con biglietto, molti chiedoono informazioni al primo che gli capita a tiro, nella fattispecie me, che tento di mimetizzarmi contro la finestra e intanto tengo d'occhio la moto posteggiata 4 piani piu' sotto.
Arriva una famiglia filippina, stacca il biglietto e si mette ad aspettare. Un altro filippino viene rimbalzato allo sportello, fa per andarsene, ma incontrando i connazionali sulla porta decide di passargli il suo biglietto.
L'occhio vigile della sciura milanese non perdona. Inizia quello che per un momento ho pensato si tramutasse nella piu' grande rissa collettiva dopo quelle di Bud Spencer e Terence Hill. Le sciure impellicciate iniziano la tiritera: "Voi giovani non avete rispetto di nulla (bah insomma ). Non si passano i biglietti (annuisco fra me e me), noi siamo in coda da un'ora, la coda dovete farla pure voi. Fammi vedere che biglietto hai in mano (e va beh calma, penso io, mica sei un poliziotto) dammi il biglietto" strappa di mano il biglietto alla donna filippina. Marito e moglie filippini dopo un blando tentativo di portare avanti la loro innocenza cercano di battere in ritirata confessando e dicendo che da quel momento in poi avrebbero atteso il loro turno col biglietto giusto. Fra me e me spero che la faccenda sia risolta, ma la bimba filippina continua a giocare col distributore dei numeri e le sciure impellicciate non sono soddisfatte. La piu' ardimentosa si avvicina alla donna filippina per farle la morale e fa per prenderla per un braccio. La donna si arrabbia e comincia a strillare. Le sciure si avvicinano minacciose. Le impiegate agli sportelli smettono di lavorare e tentano di ristabilire l'ordine da dietro il vetro, ma le vedo solo io. Un ex medico comincia a dire che gli immigrati ce li dobbiamo tenere perche' siamo noi che li abbiamo voluti e quindi ce li meritiamo. Una sciura con un buffo berrettino di lana sostiene la causa della donna filippina. Io me ne esco con un colpetto di tosse tentando di dire che ormai e' tutto risolto e che forse possiamo smetterla di dare questo triste spettacolo. Le sciure ormai passate al dialetto stretto non le smuovi nemmeno se le prendi a botte sulla testa col casco (e dire che sono li' per farsi fare qualche documento che a che fare col cardiologo). Il marito filippino convince la moglie ad allontanarsi e ad aspettare fuori dall'ufficio. Fortunatamente scatta il turno 42 e mi chiamo fuori dalla disputa.

2.3.04

Annuncio dell'atleta fuori forma
Stasera esordio per l'anno 2004 sui campi da calcetto. Si pregano i familiari di venire a recuperare le mie spoglie mortali a fine partita.
Lamento della (finta) motociclista.
L'asfalto di Milano, di tutta Milano e' un attentato alla vita dei motociclisti!!!
E che cavolo, va bene la neve, l'inverno le intemperie, ma non ci sono due metri due di asfalto liscio!!!!
Per non parlare poi di come guida la gente alla mattina, ma questo e' un problema secondario.